Poesia – E perché…

E perché dovrei scrivere versi dolci
come usciti da un cuore felice
quando tutto mi spinge alla rivolta?

Canterò
di donne trafitte da amori sbagliati
di figli uccisi da madri impietose
di uomini spenti da leggi ingiuste
di folle sconfitte da convenienze immorali
di rapine, di furti e di ladri impuniti
di barbari crudeli in nome di Dio
di stermini impietosi in nome di niente.

Servirà
il mio sdegno solitario?

Fermerà
l’onda nera del dolore e del lutto?

Non credo…

Ma non posso tacere.

 

Condizioni di uso.
Il materiale del sito può essere visionato in linea o scaricato, ma è proprietà di Anna Maria Folchini Stabile e non può essere utilizzato da altri per scopi commerciali, pubblicato su riviste o inserito in cd-rom senza la previa autorizzazione della proprietaria Anna Maria Folchini Stabile.
Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *